News

Contributi agli investimenti – Pubblicati in Gazzetta termini

Pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 257 del 4 novembre 2015, il Decreto Ministeriale del 29 settembre 2015 n. 322 e il Decreto Dirigenziale attuativo del 21 ottobre 2015 n. 175, relativi aicontributi a favore delle imprese di autotrasporto.

Tali contributi hanno lo scopo di agevolare le imprese di autotrasporto di merci per conto terzi attive sul territorio italiano, nel rinnovo ed adeguamento tecnologico del parco veicolare, nell’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale, nonché nel favorire iniziative di collaborazione e di aggregazione fra le imprese del settore.

Investimenti ammissibili

Le risorse complessivamente disponibili pari a 15.000.000,00 di euro, sono ripartite come segue:

  1. € 6.500.000,00 per acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate, nonché pari o superiori a 16 tonnellate, a trazione alternativa a metano CGN e gas naturale liquefatto LNG;
  2. € 6.500.000,00 per acquisizionie, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica;
  3. € 2.000.000,00 per acquisizione, da parte di piccole e medie imprese, anche mediante locazione finanziaria, di container e casse mobili.

L’importo massimo ammissibile degli investimenti per singola impresa è di € 400.000,00.

Soggetti beneficiari

Destinatari dei contributi sono le imprese di autotrasporto di cose per conto terzi, nonché le strutture societarie risultanti dall’aggregazione di dette imprese.

Contributi

Relativamente al punto 1. degli investimenti ammissibili, sono finanziabili le acquisizioni, anche mediante locazione finanziaria di:

  • automezzi industriali pesanti a trazione alternativa a metano CGN e gas naturale liquefatto LNG, di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate e fino a 7 tonnellate. Il contributo è determinato in € 4.000,00 per ogni veicolo;
  • automezzi industriali pesanti a trazione alternativa a metano CGN e gas naturale liquefatto LNG, di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate. Il contributo è determinato in € 9.000,00 per ogni veicolo a trazione alternativa a metano CGN ed in € 13.000,00 per ogni veicolo a trazione alternativa a gas naturale liquefatto LNG.

Per quanto riguarda il punto 2. degli investimenti ammissibili, sono finanziabili:

  • le acquisizioni effettuate da piccole e medie imprese, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario, rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo di cui all’allegato 1 del Decreto Ministeriale del 29 settembre 2015 n. 322. Il contributo è determinato nel limite del 10% del costo di acquisizione in caso di medie imprese e del 20% di tale costo per le piccole imprese, con un massimo di € 6.000,00 per semirimorchio;
  • le acquisizioni effettuate da imprese che non rientrano tra le piccole e medie imprese, nel limite del 40% del costo di un dispositivo innovativo di cui all’allegato 1 del Decreto Ministeriale del 29 settembre 2015 n. 322, di cui deve essere dotato il semirimorchio.

In relazione al punto 3. degli investimenti ammissibili, sono finanziabili le acquisizioni effettuate da piccole e medie imprese, di container e casse mobili. Il contributo è determinato nel limite del 10% del costo di acquisizione in caso di medie imprese e del 20% di tale costo per le piccole imprese, con un massimo di € 2.000,00.

Domande

La domanda per i contributi per le imprese di autotrasporto deve essere presentata, esclusivamente ad avvenuto perfezionamento dell’investimento, entro il termine perentorio del 31 marzo 2016.

Download “Circolare-Investimenti-2015.pdf” Circolare-Investimenti-2015.pdf – Scaricato 155 volte – 433 KB

Related Posts

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.